Ultimi quattro mesi del 2018: portafoglio e performance per chi NON la vede come noi (parte 9)

Allo scopo di completare l'esposizione degli argomenti di chi NON la vede come noi sulla Borsa degli Stati Uniti, riportiamo qui un secondo contributo di analisi. Ancora dal Wall Street Journal. Abbiamo giudicato utile esporre anche questi argomenti, che sono meno "ristretti" di quelli di Yardeni del Post precedente, anche per una ragione specifica: sono molto simili a quelli espressi da Warren Buffett nella sua intervista di ieri 31 agosto a Bloomberg (che trovate sul Web). Ecco il primo degli argomenti a favore di ULTERIORI rialzi della Borsa:

Not only is growth strong by recent standards — a 3.2% annual rate in the first half of the year — but inflation is still behaving, with core personal-consumption inflation for the last 12 months still below 2%. And, as The Wall Street Journal’s Nick Timiraos has pointed out, it’s likely to stay that way for the next few months as the anniversaries of months that had higher-than-average inflation last year roil through the calendar.

In questa prima parte, si scrive del tasso di crescita del PIL di cui abbiamo già scritto, e poi del tasso di inflazione, che però proprio nel giorno della pubblicazione è salito ... al 2,3%. Andiamo perciò avanti

Lower inflation means less pressure on the Federal Reserve to raise interest rates quickly. Calm interest rates mean that pressure on consumer balance sheets — which are in an historically abnormal state of having both near-record levels of debt and near-record low monthly payment burdens as a percentage of income, thanks to low rates — won’t ratchet up soon. So consumer spending has been growing solidly, and high consumer confidence means it should continue to do so for a while yet.

Qui l'argomento diventa più ... ballerino. Sui tassi della Federal Reserve, sulla spesa delle famiglie, e sugli indici di fiducia, avete letto come la pensiamo nei Post precedenti.

wk1_jul_2018_009.png

It’s hard to project macro factors out more than a year or so reliably, so take all this with a grain of salt. It won’t last forever, and in the housing slowdown and consumer debt levels may lie the seeds of the next downturn, especially if the Fed raises rates too fast. But for now, it’s enough to keep the bull market in place. And aside from the corporate tax cut, it was all in place before Trump took office.

Questa è la parte con la quale siamo in pieno accodo, e che mancava a Yardeni. Non durerà per sempre. E quindi, l'investitore con lo S&P 500 a 2900 punti, cosa farebbe bene a fare?

Profits for the S&P 500 are expected to rise 22% this year, and 10% next year, according to CFRA Research. (The number for this year is bigger because of the corporate tax cut.) Since stocks typically trade on expectations of future earnings, you would expect them to rise when profits spike this much. What you might find surprising is that the relationship is fairly tight right now: The S&P 500 rose 19.4% in 2017, when 2018 profits were the main focus, and is up 8.5% this year, plus dividends.

Sulla componente degli utili, noi vi abbiamo fornito molti elementi nei Post precedenti, e non ci ripetiamo qui. Ma fate grande attenzione al passaggio che segue:

They’ve stayed fairly modest, though there are always critics. (...) The S&P 500 is trading at about 18 times 2018 earnings and 16 times next year’s profits. You can’t argue that these are rock-bottom numbers, but with 10-year Treasury bonds still paying less than 2.9% interest, the arguable P/E on bonds (which obviously are not the same thing as stocks and pose different risks) is above 30. 

Queste parole sono le stesse di Buffett: con le obbligazioni che rendono il 3% scarso e i profitti che crescono del 20%, che cosa c'è altro da fare che comperare azioni? Ma ... c'è un grosso ma. Se salgono i rendimenti delle obbligazioni allora vendo? E quando salgono? E perché salgono? E come faccio a vendere io prima di tutti gli altri? Oppure poi vendo ma in perdita? E se i profitti invece che del 20% salgono del 10%? Oppure del 5%? Cosa faccio? E se calano i profitti e salgono i rendimenti?

Earnings underpinning stock prices might come in higher — or lower — than expected. You take your chances, and that’s why some people will pay more for bonds. But over time, stocks have returned more, just as they have through most of this bull market. And an environment where rates are slowly rising, while profits are rising by double digits, is a recipe for more of the same.

Anche qui: Recce'd ritiene troppo semplicistico questo argomento. In passato le azioni hanno in effetti reso più delle obbligazioni ma come tutti sapete ci sono stati ribassi anche del 60% in un anno. Oggi, in che punto ci troviamo?

 L'indice globale dei mercati azionari MSCI World

L'indice globale dei mercati azionari MSCI World

Noi non lavoriamo in quel modo: riteniamo sia necessario un lavoro di valutazione ed analisi molto meno superficiale, non basta guardare fuori dalla finestra e dire "oggi c'è il sole" per valutare a che cosa serve l'ombrello.