Lo dice anche la Federal Reserve: aprite gli occhi.

Recce'd lo scrive da anni: il modello di business delle grandi banche globali è in grave difficoltà, e questo ha costretto molte fra loro, anche i nomi più altisonanti, a sacrificare l'interesse dei loro Clienti.

Molti però, tra gli investitori, anche in Italia, non lo vogliono vedere. Continuano a pensare che più il nome è "grande", più è grande la sicurezza, più è grande la qualità dei servizi offerti e dei prodotti per l'investimento. Non è così.

Adesso sul tema è intervenuta anche la Federal Reserve, ed in modo pubblico: oggi, e con una intervista in tv. Il Governatore Della Federal Reserve Daniel Tarullo ha dichiarato che troppe grandi banche NON fanno l'interesse del Cliente investitore:

Tarullo said too many banks still only respond to particular ethical lapses instead of putting in place comprehensive compliance programs. In an interview on CNBC, the Fed governor said he wanted regulators to hold individuals at bank responsible for inappropriate behavior rather than simply have firms pay fines. Even criminal prosecution of bank officers should be pursued "in order to make the point that there is individual culpability," Tarullo said.

Lo spunto è la multa a Wells Fargo:  non aspettate di leggere questa notizia sulla stampa italiana (neppure su quella specializzata) perché i nostri mezzi di comunicazione sono da sempre allineati (ed in alcuni casi persino "fiancheggiatori") del sistema bancario. Quanto pochi giorni fa il Presidente del Consiglio ha accusato la stampa ("Ci avete dormito sopra") ha detto una cosa vera, anche se per completezza avrebbe dovuto aggiungere "E noi più di voi".

Tornando a Wells Fargo, non è la multa a fare notizia, ma le motivazioni che la giustificano: non aspettatevi che in Italia si possa verificare nulla di analogo, perché le Autorità che sono preposte a questo tipo di indagini hanno, verso le banche, un atteggiamento molto meno incalzante (a dire poco). CONSOB poco più di un anno fa ha reso pubblico un "richiamo" alle Reti, spiegando che spesso utilizzano i Fondi Comuni di Case Terze contro gli interessi dei loro stessi clienti, solo per massimizzare le commissioni. Multe? Neppure l'ombra, solo un "richiamo", e poi si va avanti come prima.

Non abbiamo qui lo spazio per entrare nel merito della vicenda Wells Fargo: lo fare in una nota riservata, che sarà disponibile per i nostri Clienti a breve.

Conclusione: credete che in Italia pratiche come quelle di Wells Fargo non esistano? Davvero? Qualcuno alzi la mano!