E voi con chi volete stare: con i vincenti oppure con i perdenti? (parte 5)

Del grafico qui sotto, a voi lettori e investitori interessa la linea in rosso mattone: che è l'andamento, dal febbraio del 2015, ovvero dell'anno scorso, ad oggi, di un portafoglio costruito con il 60% dell'indice Morgan Stanley azionario globale, ed al 40% dell'indice Barclays obbligazionario globale.

Due indici molto diversificati. Due indici molto efficienti. Una composizione del portafoglio che è quella tipica dei "portafogli bilanciati", sia dei Fondi Comuni, sia dalle GPM, sia dei Consulenti indipendenti. Infatti, siamo sicuri che questo grafico a molti ricorderà qualcosa: i risultati della propria GPM, del proprio portafoglio titoli e Fondi, del proprio Consulente a benchmark.

Un risultato inferiore a zero in sedici mesi, con una perdita massima del 10%: che senso ha? Nessuno, questo non è un modo di gestore un portafoglio: questa è solo una tecnica applicata ad un marketing molto efficiente, una tecnica che non produce valore per voi investitori e che non ha alcuna giustificazione teorica. E' solo marketing per vendere GPM e Fondi Comuni.

Il confronto tra questi risultati ed i nostri risultai è impietoso, come molti di quelli che ci seguono sanno. Riflettete sui risultati: contano solo quelli, le parole e le immagini sui siti e nei documenti contano pochissimo.