Se togliamo il 2011 ... sono buoni tutti

La moda del momento è questa: vado dal Cliente e gli mostro un grafico che parte dal 2012. Evitando il 2011 (e il 2010, il 2009, il 2008) riesco a fargli vedere che ha comunque guadagnato, anche se negli ultimi 12 mesi ha perso il 10%, il 15%, in qualche caso il 20% e magari, a 2 anni, avete una performance del 3% oppure del 4%.

Si tratta di una astuzia commerciale: è una tecnica di comunicazione legittima, non è quindi una truffa perché non distorce la realtà, ma allo stesso tempo non è proprio trasparente ed è esplicitamente finalizzata a creare confusione nel Cliente che investe.

Tra il 2012 ed il 2014 si è verificato qualche cosa che non aveva alcun precedente nella storia, e che non si ripeterà mai più: sono anni in cui hanno guadagnato tutti, perché saliva tutto. Bastava quindi stare fermi: da qui a dire che i portafogli sono stati gestiti bene, e che quei guadagni furono consapevoli, e non frutto del caso, c'è una distanza di anni luce.

Attenti quindi a certi grafici: invece di spiegare, vi buttano il fumo negli occhi. Chiedete di vedere i risultati degli ultimi 12 mesi o almeno dal gennaio 2015.