Europa tra Brexit e Periferici

Fino ad oggi, non abbiamo scritto nulla sul tema Brexit (la eventuale uscita del Regno Unito dall'Unione Europea) perché non giudichiamo questo argomento importante per gli investimenti e per i nostri portafogli: la debolezza della sterlina contro euro nel 2016 noi la giudichiamo più che altro il riflesso della debolezza del dollaro USA, con l'aggiunta del fatto che il tema Brexit è stato usato da molte banche di investimento come scusa per fare muovere i portafogli ("ti faccio vendere la sterlina, poi te la faccio ricomperare").

Le nostre simulazioni ci dicono che, al di là della volatilità di breve termine (che noi cercheremo si sfruttare per i nostri Clienti) le prospettive economiche del Regno Unito non verrebbero modificate in modo significativo da un successo dei SI nel referendum.

Nel contesto europeo, per chi investe ci sembra decisamente più importante seguire il tema delle "due Europe", con o senza Regno Unito: i toni si sono alzati nella prima parte del 2016, gli spread si sono allargati ai livelli di due anni fa (grafico sotto) e i media hanno dato nuovamente spazio ai temi europei in prima pagina, ed al centro di tutto resta il nodo delle banche. Che poi è il medesimo nodo del 2007-2009, un tema sul quale la BCE ha ottenuto zero risultati in otto anni, nonostante alcune iniziative di politica monetaria che non hanno precedenti storici. Il bazooka in realtà sparava cartocci.

In Recce'd crediamo che parole come quelle di Renzi ieri al Senato italiano siano la spia di una tensione che da tempo ha raggiunto livelli di guardia: un attacco diretto a Deutsche Bank e Commerzbank non può essere spiegato come un infortunio, ed è invece un segnale esplicito del fatto che "noi sappiamo come stanno in realtà le cose in casa vostra". Un segnale del tipo "siamo pronti alla battaglia", come risulta anche dalla minaccia di "esercitare un veto" (?????).

Noi di Recce'd non sappiamo dire quale possa essere il risultato politico di una eventuale battaglia:non siamo politologi. Siamo però in grado di anticipare che per i mercati finanziari una battaglia sarebbe, sicuramente, una ragione per penalizzare ulteriormente i più deboli, ovvero i Periferici. E sottolineiamo, ancora una volta, che da questo punto di vista la BCE oggi appare del tutto fuori dai giochi, uno spettatore.

Il 2016 difficilmente sarà l'anno dei Periferici: ma, dopo tutto, non lo è stato neppure il 2015, e neppure il 2014, e ancor meno il 2013, e così via ...