Ci potranno salvare le Banche Centrali? (parte 3)

Ieri 17 febbraio in un altro Post vi abbiamo scritto che si potrebbe verificare un mese di tregua, in attesa delle riunioni di marzo di BCE e Fed. In precedenza, in due altri Post con lo stesso titolo di questo vi avevamo descritto quali sono le opportunità che si presentano oggi alle Banche Centrali per contrastare una fase difficile sia per le economie reali, sia per i mercati finanziari.

In più occasioni, Recce'd ha messo segnalato l'eventualità di "interventi coordinati", in particolare per contenere il rafforzamento dello yen (che oggi è l'autentico "vaso di coccio"): e stamattina, puntuale come un treno svizzero, arriva la richiesta, da parte di Kuroda, di "interventi coordinati" al prossimo G20 del 26 e 27 febbraio.

"It is quite important for the U.S. and China---the world's largest and second largest economies---and other major economies such as the eurozone and Japan to coordinate their actions when necessary," Mr. Kuroda said during a parliamentary session. "It is desirable that the G-20 will do as much as it can to help stabilize the international financial markets."

Ci sono tre cose da segnalare, di questo discorso, perché sono utilissime per chi investe:

  1. è importante capire SE CI SARA' un intervento coordinato perché se ci fosse sicuramente muoverebbe i mercati
  2. è importante capire SE FUNZIONERA' l'intervento coordinato oppure se avrà l'effetto contrario, come abbiamo visto accadere in dicembre per Draghi ed in gennaio proprio per Kuroda con i "tassi ufficiali negativi"
  3. è importante notare la parola STABILIZZAZIONE perché qui si entra nel regno dell'assurdo: non si capisce perché, e non c'è una sola ragione valida per cui, si dovrebbero stabilizzare i mercati PROPRIO A QUESTI LIVELLI DI PREZZO; eppure, questa è una frase ricorrente, quasi una nenia: "stabilizzare i mercati" (ieri anche qualcuno dalla Fed ha dichiarato che la politica non convenzionale rea riuscita nell'intento di "stabilizzare i mercati"). Perché mai gli attuali livelli di prezzo sui mercati finanziari dovrebbero andare bene? E per chi poi? Per fare che cosa? A chi conviene  ed a chi non conviene? Lo abbiamo scritto più volte: questi funzionari pubblici delle Banche Centrali parlano di mercati senza conoscerli, ne hanno paura, e vogliono semplicemente "tenere tutto fermo così". Abbattere la volatilità equivale ad uccidere i mercati: ma questi funzionari pubblici non lo capiscono, ed hanno paura dei cambiamenti. Purtroppo però  non siamo nel migliore dei mondi, purtroppo: e quindi fino a che si andrà avanti in questo modo l'investitore può essere certo che non si uscirà né dalla volatilità, né dai problemi dell'economia reale