Dieci anni di indici negativi (parte 1): sarà un disastro per gli investitori?

Secondo una dettagliata analisi pubblicata pochi giorni fa da Credit Suisse sotto il titolo:

Markets will be lousy for the next decade, and it is a disaster for savers

Ci aspetta un decennio di risultati molto modesti per gli indici di mercato. Credit Suisse è stata molto dettagliata nelle sue stime:

That would suggest zero real returns on bonds and 4% to 6% returns on equities. That would mean a typical mixed portfolio of stocks and bonds would deliver a 1% to 3% per annum return, down from about 10% over the past seven years.

In Recce'd siamo del tutto d'accordo per ciò che riguarda le attese sui rendimenti degli indici di mercato: ed anzi, riteniamo che i numeri di Credit Suisse siano (ancora una volta) eccessivamente ottimistici, specie nel breve termine. Il rendimento dell'equity potrebbe restare SOTTO ZERO per anni.

Al tempo stesso, siamo del tutto in disaccordo con Credit Suisse quando dice che questa situazione si tradurrà in un "disastro per i risparmiatori". E perché mai? Che cosa obbliga i risparmiatori ad accettare e subire una fine così triste e meschina?

Credit Suisse scrive che "a typical mixed portfolio of stocks and bonds would deliver a 1% to 3% per annum return, down from about 10% over the past seven years."

Benissimo: quindi la soluzione c'è, ed è a portata di mano. Non investite in quel "typical portfolio": anzi, statene alla larga il più possibile. I risparmiatori NON SONO CONDANNATI ad investire in quel modo.

Come si può sfuggire a quel destino? In molti Post di questo blog trovate indicazioni su alternative alla classica asset allocation delle Reti di Private Banking basata sui Fondi Comuni. Che è solo una formula commerciale, non una soluzione imposta dalla legge oppure ... benedetta dal Papa.

Siamo però in totale accordo con Credit Suisse su una seconda conclusione: 

Wilmot said that would be "disastrous" for savers and posed a serious threat to the fund-management industry.

Sulla seconda parte di questa frase, noi di Recce'd siamo in totale accordo.