Panico a Wall Street: piovono mazze da golf!

Se il Gruppo LVMH, il leader mondiale del fashion, acquista un marchio italiano di biciclette, quello di Miguel Indurain per intendersi, e di tanti altri Campioni,  vuol dire che è proprio finita un'epoca.

Per decenni, nell'industria della Finanza e del risparmio, si era puntato sul golf: si sono regalati tornei ed abbonamenti, equipaggiamento e mazze. Era un modo per imbonire, per addolcire, per confondere: poi, ai risultati, ci ci pensa più? Ed alle commissioni sui Fondi Comuni? Quelle neppure si chiedono.

Da almeno un decennio, il golf però è finito ... fuori moda. Ha preso il sopravvento la bicicletta. Tutti lo sanno: perché anche sulla stampa generalista si celebrano le imprese ciclistiche di questo e di quello, impegnati in Granfondo e Giri del Mondo. Chi gioca più a golf?

Il problema per i Private Bankers è che il golf è più comodo: si cammina un po', e poi si mangia. Ce la fanno tutti: mentre la bici non è per tutti.

Ed è subito disperazione, panico: a chi le regaliamo, quelle palline e quelle mazze? Chi ci portiamo al prossimo torneo?

Noi che al contrario amiamo la bicicletta, siamo contenti di questo successo, ma pure un po' preoccupati: ora il prezzo delle già carissime Pinarello salirà ancora, e si allontana quindi nel tempo la realizzazione del nostro sogno privato.

Tornando per un istante seri: noi di Recce'd su questi benefit delle case di Private Banking abbiamo un'idea molto chiara. Daremo sempre al Cliente risultati migliori, e con quei risultati potrà poi iscriversi al Circolo di Golf che preferisce, spendendo del suo. Oppure, acquistare una Pinarello.