Trump World: che cosa cambia per noi (parte 1: la sconfitta dei vecchi media)

Siamo da un paio di ore nel Mondo di Trump: per Recce'd l'immagine più forte, più significativa è quella del grafico qui sotto.

Tutti i grandi quotidiani USA appoggiavano Clinton: tutti, nessuno escluso. Così come tutti i grandi sondaggisti avevano previsto una vittoria di Clinton.

In Recce'd da anni abbiamo scelto di gestire i portafogli partendo da una dettagliatissima, e molto critica, analisi delle informazioni: i mezzi di informazione tradizionali servono quasi a nulla (e i loro bilanci lo dimostrano) e noi per questo abbiamo selezionatoe testato migliaia di fonti alternative. Per questo noi oggi riteniamo che il canale media più influente al mondo sia Facebook, e non Sky oppure il New York Times.

Voi investitori fareste bene a rilettere a lungo sul grafico sotto: quello che vi dice il "consenso", in materia di investimenti, vale quanto valeva il "consenso" sulle Elezioni USA: può essere spazsato via in pochissime ore.

Il Mondo è già cambiato: perché voi non avete ancora cambiato?