Da Maurizio Crozza a Wells Fargo (parte 8)

In Italia a tutto oggi il settore del risparmio è fatto da decine di migliaia di venditori e poche centinaia di gestori di portafoglio.

Che senso ha? Il senso è il seguente: per venti anni, si è andati avanti sulla base della (falsa) convinzione che "i prodotti sono tutti uguali", e quindi il personale, nel settore del risparmio, è stato per venti anni selezionato NON sulla base delle competenze in materia di investimenti, BENSI' sulla base della capacità di "piazzare il prodotto". Va detto, per essere fino in fondo chiari, che pure i Clienti finali spesso si sono fatti distrarre facilmente dagli specchietti per le allodole (dalle cene alle mostre d'arte al torneo di golf): in molti casi il Cliente ha dedicato più tempo a scegliere una cravatta o un paio scarpe o una vacanza, che a valutare i propri investimenti finanziari.

Come Recce'd ha spiegato in modo chiaro già mesi fa, la fine dell'industria dei Fondi Comuni di investimento (così come in Italia la conosciamo dal 1986) e la diffusione di prodotti cosiddetti "passivi" sarà anche la fine di questo "dominio del venditore", venditore che l'industria ha prima etichettato come promotore finanziario, poi come banker o private banker, e che da ultimo si cerca di rendere di nuovo vergine con la etichetta di "consulente". La "capacità di piazzare", se il "prodotto" è un indice di mercato, scende a zero.

Anche se di chiama banker o consulente, il venditore resta un venditore: e restano in capo a queste figure quei conflitti di interesse che sono quelli che spiegano in modo efficace, i numeri di Marurizio Crozza nella foto in alto. I criteri di selezione dei Fondi Comuni, ad esempio, oppure dei prodotti Assicurativi, sono stati guidati dalle retrocessioni di commissioni. Con i vostri investimenti, loro si sono messi i soldi in tasca.

Ora che è finita, la parola torna agli investitori finali. Che sono chiamati a scegliere, se continuare a premiare le logiche della pura vendita, oppure affidarsi ad un gestore autentico invece che ... al piccolo chimico. Attraverso il Web, la lunga "catena di vendita" si è spezzata, l'investitore ora è libero, ed ha capito che non ne aveva alcuna necessità.