Perdite tra il 5% ed il 10% in tre settimane: come si gestisce il rischio?

Un tema su cui noi di Recce'd abbiamo insistito fin dai primi giorni, e sul quale crediamo di essere in grado di marcare una netta differenza rispetto alle altre soluzioni per la gestione dei vostri portafogli, è quello del risk management.

GPM e Fondi Bilanciati, specie se sbilanciati sull'area Euro oppure peggio sull'Italia, hanno fatto segnare perdite tra il 5% ed il 10% in sole tre settimane di questo 2016. Al Cliente racconteranno di "fatti eccezionali" spiegando che "non è colpa nostra, è sceso tutto il mercato": ebbene, vi diciamo con chiarezza che queste scuse non reggono. Le posizioni in portafoglio devono essere costruite non solo guardando al !quanto si potrebbe guadagnare", ma pure al "quanto si potrebbe perdere", con una attenta attività di risk management.

Per questo, dei nostri portafogli modello noi sottolineiamo sempre non solo le performances realizzate, tutte a rendimento assoluto, ma pure la deviazione standard realizzata, ovvero la nostra capacità di gestire il rischio. Noi di perdite di questo tipo non ne abbiamo mai sopportate, proprio grazie all'attività di risk management, ed alla capacità di non "farci trascinare dal gregge" andando dietro ai cosiddetti trend.

Perché una cosa è guadagnare dai propri investimenti di portafoglio, un cosa tutta diversa è recuperare le perdite già accumulate: chi mai avesse detto che era "impossibile" perdere così tanto sulle Borse Europee è quanto meno superficiale, per non dire poco attrezzato per dare consigli sui mercati di oggi.