Obbligazioni: perché nessuno compra?

Il tratto più forte, sui mercati internazionali, in queste prime due settimane del 2016, è stata la totale insensibilità delle obbligazioni ai crolli di Borsa e materie prime. Nessuno compra le obbligazioni anche se le Borse crollano: perché?

Siamo abituati a pensare che si cerca rifugio nelle obbligazioni se aumenta la volatilità negli altri comparti del mercato finanziaria: il fatto che oggi questa correlazione sia pari a zero è un ulteriore segnale delle anomalie che condizionano oggi i mercati obbligazionari. 

Torniamo quindi a ripetere che ci aspettiamo nel 2016 di vedere nuove fasi di forte turbolenza, come quella vista nel 2015 tra aprile e giugno, per effetto non dei cambiamenti delle condizioni sottostanti (macroeconomiche) quanto della illiquidità e della concentrazione dei rischi nel comparto obbligazionario globale. L?investitore infatti deve chiedersi: se nessuno compra le obbligazioni in queste settimane, come potrebbero materializzarsi compratori in momenti meno favorevoli ai bonds?