Yellen ed il New Normal

Ieri sera Yellen ci ha spiegato che procederà comunque con la “normalizzazione” della politica monetaria, e che la Fed prevede, per i prossimi mesi ed anni, bassa crescita e bassa inflazione. La scommessa di Yellen è che l’economia possa reggersi sulle proprie gambe, anche se si riduce la “excess liquidity”. Il problema dei mercati è che il rischio oggi non viene prezzato: pensate solo al rischio di default, che di fatto oggi nel settore obbligazionario non viene più remunerato, fatto che espone tutto il mondo obbligazionario ad un "rischio recessione" che non ha precedenti. In generale, anche piccoli problemi potrebbero avere conseguenze drammatiche con valutazioni così estreme come quelle attuali: ad esempio, nelle valutazioni di oggi, le Borse scontano una "accelerazione", un miglioramento dei tassi di crescita, in cui la Fed non crede.