Stagionalità: quando è che funziona?

Sui quotidiani, ma pure tra alcuni (non molti) professionisti del settore va di moda il tema della stagionalità: quale è il mese migliore dell'anno per le Borse? e quale è il trimestre peggiore? C'è persino qualche gestore (non molti) che si affida al calendario: si sa che le storie semplici hanno un loro fascino, non si deve fare troppa fatica per valutare i titoli, ci si affida al calendario, i mesi sono 12, le medie storiche le calcola un pc, e il gioco è fatto. Peccato che (come avevamo già notato per le medie mobili) non funziona, o meglio funziona solo dopo e mai prima. Prendete il grafico in basso: quella in grigio chiaro è la media storica, quella in blu scuro invece è la traccia dello S&P 500 quest'anno. Se mi affido alla stagionalità, adesso dovrebbe esserci il recupero della Borsa, ma a voi sembra che negli 11 mesi precedenti, affidandomi alla stagionalità, avrei guadagnato oppure perso sul mio portafoglio? Conclusione: occupiamoci di cose di maggiore sostanza, quando costruiamo i nostri portafogli, e lasciamo perdere i giochi con i grafici, che si chiamano stagionalità, medie mobili o altre regolette troppo semplici per essere vere.