Dollaro USA sopra 1,1000

Che Draghi abbia perso quasi del tutto la sua capacità di influenzare gli operatori? Oggi 14 dicembre, a pochi giorni dal secondo annuncio di QE, il dollaro USA scende e torna sopra 1,1000 contro euro: e dire che proprio stamattina Draghi aveva ripreso il suo tono da Gran generale napoleonico

Within our mandate we have no limits on the choice of policy tools or the way to employ it. We can always bring inflation to our target. We must do it and we will do it." 

Anche oggi, però, i mercati non gli hanno dato retta: e se volete operare sul cambio tra euro e dollaro, il nostro suggerimento è sempre lo stesso, di NON ascoltare le parole di Draghi e guardare piuttosto alla realtà dei dati e dei fatti. E in particolare, il suggerimento è quello di fare grande attenzione al fatto che, in una fase di Borse deboli e mercati volatili, il dollaro è sempre debole sia verso yen sia verso euro,  senza il minimo riguardo per gli annunci di Kuroda e di Draghi.