La retorica della "crescita" (parte 3)

La Federal Reserve Bank di New York mette a disposizione via web le sue stime aggiornate per la crescita degli Stati Uniti, trimestre per trimestre. Come tutti gli indicatori, anche questo è ovviamente imperfetto, ma fornisce una indicazione di tendenza.

Dopo i dati per i beni durevoli di venerdì scorso, la stima si è assestata (stiamo parlando del trimestre in corso) allo 1,95% (dato annualizzato): il che porterebbe la media dei primi tre trimestri al 2%. Il mercato, ovvero le banche di investimento, oggi è al 2,5% (consenso di Blue Chip), dato che se confermato porterebbe la media dei primi tre trimestri al 2,2%.

Se volete capire il dollaro a 1,2000 contro euro, e il Treasury a 10 anni che rende il 2%, vi sono sufficienti questi dati.

Growth_sync3_Aug_2017.png
Valter Buffo