Fatevi almeno qualche domanda (parte 6). Fatevi questa, soprattutto

Yield_curve3_Oct_2017.png

Quando si guarda indietro, a questo 2017 ormai entrato nella Storia dei mercati finanziari, si parla sempre e solo di Trump e della sua capacità di influenzare, o manipolare, la Borsa USA con i Tweet.

Si tratta di un'analisi semplicistica (anche un po' stupida), per la verità: tutto questo NON sarebbe stato possibile senza la "complicità attiva" delle Banche Centrali

Nella storia dei mercati finanziari, non è mai successo che si parlasse così tanto di "crescita economica" e "tagli alle tasse" registrando, nel frattempo, una discesa dei rendimenti delle obbligazioni.

La domanda che Recce'd vi suggerisce è la seguente: come è riuscito, Donald J. Trump, ad avere nello stesso anno Borse ai massimi, tassi ai minimi, e dollaro ai minimi? E' forse un Dio sceso in terra?

Il fatto è che proprio alle Banche Centrali ha fatto comodo ritrovarsi con un leader politico "reflazionista", pronto anche lui a "pompare, pompare, pompare", toglendo dalle loro spalle una parte del peso. L'economia resta così drogata e sotto doping, ma una parte dell'euforia articiale arriva adesso dalla parte politica anziché dalle Banche centrali.

Ci sono pochi dubbi: finirà malissimo, come viene anticipato da una numero sempre maggiore di dati che sono sotto gli occhi di tutti (sotto potete vedere il segno del recente melt-up sulla Borsa di New York), ma che (stranamente) nessuno commenta e nessuno vuole vedere. Tanto meno, in quei giorni settimane in cui Trump sta scegliendo il nuovo capo della Fed, vero?

Melt_up_oct_2017.png
Valter Buffo